Corsica

 

 

 

 

 

 

- Tesoro, per Pasqua preferisci andare quattro giorni in montagna con mia mamma o in Corsica in moto, con il freddo e sotto la pioggia ?

- Corsica !

 

Acqua e pioggia ne abbiamo prese davvero, ma della Corsica ci si innamora con ogni tempo.

Ancora oggi, dopo esserci stato 6-7 volte, è l’unico posto al mondo in cui ho sempre voglia di tornare con il piacere della prima volta, per rivedere quello già visto e per vedere posti nuovi.

 

La domanda quindi è: cos’ha la Corsica  di speciale ?

Possono essere le spiagge meravigliose, il fatto che in uno spazio relativamente ridotto si passi dal mare a montagne alte 3.000 mt, le strade meravigliose per le moto (ma solo per le moto !), i meravigliosi sentieri sia a bordo mare (il Sentiero dei Doganieri e quello delle Agriatres in particolare) sia in montagna (il lago del Nino !!!), i borghi marini (Bonifacio su tutti, ma anche Ile Rousse, Erbalunga, Centuri Port e Saint Florent), le chiese genovesi o pisane (soprattutto San Michele a Murato), il fascino misto franco-genovese di Bastia, il senso di limitato che danno le isole (che mi ha sempre dato la convinzione di poterle esplorare tutte e la voglia di farlo), la sensazione che manca alcora qualcosa (ma non troppo) per averla vista  davvero tutta, i meravigliosi bagni nei fiumi ed ovviamente il fatto che in una sola isola si trovi tanta varietà di cose e paesaggi, quasi fosse un piccolo continente.

Ovviamente è tutto ciò, ma secondo me quello rende la Corsica unica è la percezione della natura incontaminata, la sensazione che in larghissime aree è la natura ancora a dominare, forse unico posto in Italia e dintorni.

E’ senz’altro così sul Capo Corso, appena usciti da Bastia, nelle Agrites, lungo la costa da Calvi a Cargese, lungo la D69, alle Lavezzi; anche Bonifacio, principale meta turistica dell’isola, è super costruita nella marina, ma appena si esce dal paese si vede solo la macchia a perdita d’occhio (fatta salva la cittadella, ovviamente).

 

Ma sono anche consapevole che se ci tornassi ad agosto probabilmente questa sensazione verrebbe sopraffatta da una crisi isterica da invasione di folle oceaniche … quindi avanti così nei ponti primaverili, a costo di trovare l’acqua fredda e dover spezzare in periodi di solo 3-4 giorni ogni viaggio (che peraltro forse sono il modo migliore per lasciare qualcosa di inappagato che mi faccia venir subito voglia di tornare).

 

 

Foto di Simone Frassi, Pardis Boroomand, Matteo Mornata e Federica Milesi.

 

 

 

 

 

 La mia TOP TEN della Corsica:

 

1. il sentiero dei doganieri da Macinaggio alla Torre dell’Agnello (ed eventualmente a Barcaggio)

2. il lago del Nino

3. la strada da Calvi a Porto (D81)

4. San Michele a Murato, arrivando dalla D5

5. il Desert des Aggriates, Saleccia e le strade sterrate che lo attraversano (in primavera)

6. le Lavezzi

7. la strada da Centuri Port a Saint Florent (D33)

8. il sentiero a bordo mare da Saint Florent a Loto

9. Bonifcacio

10. La passeggiata da Capo Pertusato a Bonifacio

 

 

 

Il mio ITINERARIO IDEALE in Corsica (12 giorni)

 

1° giorno: Bastia – Erbalunga – Macinaggio – Sentiero dei Doganieri a piedi (Macinaggio – Tamarone – Torre Santa Maria – Torre dell’Agnello – Barcaggio – Centuri Port

2° giorno: Centuri Port – Nonza – Saint Florent

3° giorno: sentiero Saint Florent – Loto – Saint Florent a piedi

4° giorno:Saint Florent – Saleccia – Ile Rousse

5° giorno: Ile Rousse – Calvi – Porto – Riserva Naturale della Scandola (in barca) – Calanche di Piana - Piana

6° giorno: Piana – Plage d’Arone – Piana – Sartene – Bonifacio

7° giorno: Bonifacio e Lavezzi

8° giorno: Bonifacio – Rondinara – Capo Pertusato (a piedi) - Bonifacio

9° giorno: Bonifacio – Carbini – Aullene – Zicavo via D69 – Ghisoni – Corte

10° giorno: Corte - Calacuccia – Lago del Nino (a piedi) – Corte

110° giorno: Corte – Santa Lucia di Mercurio – Bustanico – Morosaglia – Castello di Rostino – Murato Via D5– Bastia

12° giorno: Bastia

 

 

 

 

ITINERARIO agosto 1998:

 

1° giorno: Bastia – Erbalunga – Macineggio – Centuri Port

2° giorno:Centuri Port – Nonza – Saint Florent

3° giorno: Saint Florent – Murato Saleccia – Saint Florent

4° Saint Florent – Lama - Valle dell’Asco – Corte

5° Corte- Calacuccia – Lago del Nino (a piedi) - Corte

6° giorno: Corte – Ghisoni – Zicavo via D 69 – Zonza – Col de Bavella – Bonifacio

7° giorno: Bonifcacio – Lavezzi

8° giorno: Bonifacio – Capo Pertusato – Sartene – Caregese – Piana

9° giorno: Piana – Porto (Riserva Naturale della Scandola) – Calanches di Piana

10° giorno: Piana – Porto – Calvi – Aregno – Sant’Antonino – Pigna – Ile Rousse

11° giorno: Ile Rousse – Bastia

12° giorno: Bastia

 

NOTE TECNICHE:

Moto: Honda Transalp 600, con ruote stradali, caricata con bauletti laterali e centrale; nessun problema neppure sulla strada per Saleccia (allora piuttosto disastrata); il Transalpino, nel suo piccolo ha sempre fatto il suo dovere egregiamente.

 

 

 

 

ITINERARIO maggio 2005

 

1° giorno: Bastia – Erbalunga – Saint Florent Saleccia – Saint Florent

2° giorno: Saint Florent – Loto – Saint Florent (a peidi)

3° giorno: Saint Florent – Ile Rousse  - Murato – Bastia

 

NOTE TECNICHE:

Moto: Honda Transalp 600, con ruote stradali, caricata con bauletti laterali e centrale; nessun problema neppure sulla strada per Saleccia.

 

 

 

 

ITINERARIO aprile 2007

1° giorno: Bastia – Erbalunga – Losa – Macinaggio  - Sentiero dei Doganieri(da Macinaggio a Barcaggio) – Centuri Port

2° giorno: Centuri Port – Nonza – Saint Florent – Murato – Ponte Leccia – Corte

3° giorno: Corte – Ajaccio

4° giorno: Ajaccio – Plage d’Aronne – Calanche de Piana - Porto

5° giorno: Porto – Calvi - Ile Rousse - Bastia

 

NOTE TECNICHE:

Moto: Hopnda Transalp 600 e Ducati Multistrada 600, con ruote stradali, caricata con bauletti laterali e centrale; trattandosi di un giro ad andatura turistica su strade asfaltate, nessun problema.

 

 

 

 

ITINERARIO aprile 2013

1° giorno: Bastia – Erbalunga – Losa – Macinaggio (Sentiero dei Doganieri) – Rogliano – Barcaggio – Tollare – Ersa

2° giorno: Ersa – Centuri Port – Nonza – Saint Florent – Saleccia (Desert des Agriates) – Ile Rousse (Isula Rossa)

3° giorno: Ile Rousse – Ostriconi - Ponte Leccia - Murato via D5 - Bastia 

 

NOTE TECNICHE:

Moto: BMW R1200GS, con ruote stradali, caricata con bauletti laterali e centrale.

Nonostante il peso, perfetta per un giro ad andatura turistico sulle strade asfaltate; faticosa invece sulla pista per Saleccia e Loto.

Soprattutto in primavera, le piogge e i rivoli che l’acqua crea formano infatti grandi pozze e scavano dei solchi piuttosto profondi (anche 10-15 cm) nella pista, nei quali si rischiano di prendere parecchie imbarcate; il fiume che attraversa la pista in 3-4 punti (lo Zente) inoltre è relativamente pieno d’acqua per cui si deve fare qualche piccolo guado.

Nel complesso, fino a Saleccia si può arrivare senza problemi anche con un GS stracarico, eventualmente smontando i bauletti e facendo scendere il passeggero prima dei guadi; dopo la deviazione per Saleccia, la pista per la spiaggia di Loto invece era completamente piena di fango, per cui abbiamo preferito tornare indietro.

Le condizioni della strada dipendono comunque in gran parte dalle piogge dei giorni precedenti (noi abbiamo trovato un bel miglioramento già tra il mattino e la sera), per cui, forse, in un periodo più secco si riesce ad arrivare anche a Loto senza grossi problemi; certo è che tra l’estate e la primavera le condizioni della strada cambiano parecchio.

 

 

 

 

ITINERARIO giugno 2015

 

1° giorno: Bastia – Solenzara – Col de Bavella – Zonza – Levie – Carbini – Porto Vecchio – Bonifacio

2° giorno: Bonifacio e Isole Lavezzi (in barca)  

3° giorno: Bonifacio - Roccapina – Sartene – Aullene – Zicavo – Ghisoni – Corte

4° giorno: Corte - Bastia

 

Moto: BMW R1200 GS e Kawasaki KLV 1000, con passeggero e tre bauletti; solo asfalto, nessun problema.

 

 

 

 

TAGS

Agriates Barcaggio – Basilica di San Michele BASTIA - BavellaBMW BMW R1200GS BONIFACIO Cap Corse Cap Pertusato - Capo Corso - CARBINI Cargiaca - Centuri Port  Chiesa di San Giovanni Battista a Carbini - Chiesa di Santa Maria - Citadel -Cittadella CORSE Corse en moto CORSICA -Corsica by motorbike -Corsica by motorcycle -Corsica in moto - D69DESERT DES AGRIATES Eglise de Saint Jean Baptiste – Eglise de Sainte Marie enduro Erbalunga Ersa – Etang de Saleccia -Finocchiarola Foto – Foto di viaggio – FRANCIA – FRANCEfuoristrada GS – guado Haute Corse - ILES DE LAVEZZI - Ile de Cavallo - Ile Finocchiarola Ile Rousse – Isola Finocchiarola - ISOLE LAVEZZIimages – immagini  Isula Rossa Itinerari – Itinerari in moto L'ILE ROUSSE - LAGO DEL NINO - Lama -  LAVEZZI LosaMacinaggio maxi enduro - Mediterraneo – Moto – Motorbike Motorbike holiday - Motorbike itineraries Motorbike travels -motorcycle moto touring moto tours Moto turismo Murato Nonza – Ostriconi -photos – pictures – Piste de Saleccia Plage de Saleccia - Porto vecchio di Bastia - Rio SolenzaraRogliano Saint Florent -Saleccia – Sentier des douanniers - Sentiero dei doganieri - Solenzara Spiaggia di Saleccia – Strada per Saleccia Strade sterrate -Tollare –  Torre di LosaTorre di Santa Maria -Tour de Losa – Tour de Saint Marie -travel – travel photos – travel pictures - turismo in moto u Paradisu – vacanza in moto -viaggi in moto Vieux port de Bastia Zente